Organizzazione e
qualità

 

Responsabile Organizzazione e Qualità
Ilaria Chechi
Tel. 0577 260532 - Cell.3395373553
ilaria.chechi@cnasiena.it

 

La CNA Servizi, attraverso i propri consulenti può fornivi tutte le informazioni necessarie sulle certificazioni ed eventualmente assistere l’azienda accompagnandola in tutte le fasi per conseguirle, indirizzandola anche verso l’accesso ai finanziamenti disponibili.

 

Consulenza organizzativa direzionale

Per tutte le piccole e medie imprese. Fornisce la consulenza specifica all'imprenditore che abbia la necessità di rivedere le modalità della propria gestione aziendale. Prevede un iniziale check-up organizzativo volto ad individuare gli aspetti critici della gestione e a fissare nuovi obiettivi di sviluppo organizzativo o economico. Insieme all'imprenditore, vengono studiati e messi in atto gli interventi migliorativi o le azioni necessarie a ottenere gli obiettivi di sviluppo individuati.

 

Certificazione ISO 9001

La ISO 9001:2015 è lo standard riconosciuto a livello mondiale, per la certificazione volontaria del sistema di gestione per la qualità delle organizzazioni di tutti i settori (servizi, produzione, settore pubblico e privato) e di tutte le dimensioni.

La norma ISO 9000:2015 è caratterizzata dai seguenti punti principali:

  • una struttura di "alto livello", messa a punto per essere utilizzata come base comune per tutti gli altri standard, migliorando la compatibilità e l'integrazione con gli altri schemi certificativi (es: ISO 14001)
  • richiede un’analisi del contesto dell’organizzazione: analisi del contesto, individuazione delle parti interessate interne ed esterne all’organizzazione e la comprensione delle loro aspettative, ovvero prendere in considerazione i feedback da ogni parte interessata e da ogni processo (non solo dai clienti).
  • gestione dei rischi con un approccio « risk-based »: la norma richiede di analizzare i rischi, al fine di pianificare un sistema di gestione adeguato ai bisogni di ciascuna realtà. L’approccio della ISO 9001:2015 prevede l'identificazione dei rischi nei processi aziendali e delle misure appropriate da adottare per gestirli, oltre all'individuazione delle opportunità, cioè delle possibili soluzioni e contromisure per affrontarli.
  • maggiore coinvolgimento della direzione aziendale.
  • Semplificazione “burocratica” della documentazione del sistema. E' prevista una maggiore flessibilità per le aziende, che sono libere di scegliere la profondità e il dettaglio che intendono utilizzare per la loro documentazione scritta, scelta che può essere effettuata in base a vari fattori quali la complessità dei processi, la competenza ecc
  • valutazione e sviluppo delle competenze del personale. La conoscenza e competenza del personale diventa sempre più un elemento chiave per lo sviluppo dell’azienda.

La norma ISO 9001 è applicabile a tutte le organizzazioni a prescindere dalla dimensione o dal settore dell’azienda. Definisce principi generici che l’azienda deve seguire ma non il modo in cui deve produrre/erogare determinati prodotti/servizi.

Costruire un Sistema di Gestione per la Qualità conforme alla norma ISO9001:2015 serve sia per migliorare i processi aziendali, sia per ottenere la Certificazione del proprio sistema di Gestione, che è un passaggio scelto volontariamente.

Certificare la propria azienda significa sottoporre il proprio sistema di gestione ad un controllo periodico da parte di Enti di Certificazione accreditati e preposti a tale scopo, che andranno a verificare se l’azienda ha progettato un buon Sistema di Gestione per la Qualità modellato sulla propria attività ed organizzazione, se l’ha implementato correttamente e tenuto aggiornato.

 

I vantaggi della certificazione

  • Gestire l'efficacia della propria attività, aiutando a migliorare il risultato del lavoro di ciascuno e la risposta ai requisiti richiesti dal successivo utilizzatore.

  • Acquisire un sistema di monitoraggi e misurazioni che garantisce l'efficacia dei controlli.

  • Crescere di competitività e credibilità/visibilità sul mercato di riferimento.

  • Acquisire e mantenere nuove quote di mercato, sia nel settore privato che nel settore pubblico, sempre più orientato verso la scelta di fornitori in grado di garantire la qualità dei propri servizi.

  • Ottenere il requisito necessario per la partecipazione ad alcune tipologie di gare d'appalto.

 

SA 8000

La norma SA (Social Accountability) 8000 è uno standard internazionale elaborato nel 1997 e contiene nove requisiti sociali, orientati, oltre che al miglioramento delle condizioni dei lavoratori e dell’immagine aziendale, all'incremento della capacità competitiva di quelle organizzazioni che volontariamente forniscono garanzia di eticità del proprio ciclo produttivo.

L’azienda che si certifica SA 8000 vuole evidenziare il proprio impegno verso la qualità dei processi e dei prodotti facendo attenzione ai diritti dei lavoratori, all'impatto sull'ambiente e sulla salute. Tale impegno è valutato da enti di certificazione indipendenti che verificano la conformità dell’azienda a requisititi etici previsti dalla norma, rilasciando, a fronte di verifiche ispettive periodiche, la certificazione SA8000.

Una delle caratteristiche principali della certificazione etica è quella di coinvolgere l’intera filiera produttiva: l’adesione ai principi della SA8000 deve essere garantita anche dai fornitori dell’azienda, che dovrà richiedere loro il rispetto delle stesse regole etiche.

E’ infatti frequente che un’impresa fornitrice di alcune delle principali catene di distribuzione ed istituti di credito, si senta richiedere di aderire ai principi etici della SA8000 ai quali hanno aderito loro stessi. L’obiettivo da raggiungere è infatti quello di migliorare le condizioni lavorative in tutto il mondo attraverso un meccanismo di miglioramento progressivo.

Lo standard SA8000 prevede che l’azienda ponga attenzione ad aspetti come ad esempio:

  • il lavoro minorile,

  • il lavoro forzato,

  • la discriminazione,

  • lo stipendio e l´orario di lavoro,

  • le norme per la salute e la sicurezza,

  • le condizioni dell’ambiente lavorativo,

  • la libertà d´associazione.

La certificazione SA8000 prevede il rispetto dei requisiti specifici partendo dalla conformità alla normativa cogente, cioè obbligatoria: nel caso in cui le leggi nazionali e le altre norme/leggi applicabili e la norma SA8000 affrontino gli stessi temi, l’organizzazione deve osservare il requisito più restrittivo, cioè più favorevole ai lavoratori. In questo modo viene assicurato il rispetto della normativa nazionale presente, e si garantiscono i diritti umani anche in nazioni nelle quali tali diritti non siano assicurati per legge.

Certificarsi SA8000 permette di rendere pubblicamente riconosciuto l’impegno etico e sociale nei confronti dei soggetti coinvolti, internamente (azionisti, dipendenti) ed esternamente all’azienda (fornitori, clienti/consumatori, enti pubblici, cittadini, associazioni ambientaliste e umanitarie ecc.), ottenendo:

  • maggiore credibilità dell’azienda

  • miglioramento dei rapporti con le istituzioni, le associazioni ed i consumatori

  • miglioramento del clima aziendale.

 

Attestazione SOA

L'Attestazione SOA è il documento, rilasciato dalle SOA (organismi abilitati al rilascio), che dimostra il possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente in materia di lavori pubblici.

Tale attestazione è obbligatoria per le imprese che intendono partecipare ad appalti di lavori pubblici con importo a base d’asta superiore a € 150.000,00.

Il processo di qualificazione è basato sull’obbligo da parte delle imprese, di dimostrare il possesso di requisiti di ordine generale, tecnico-organizzativi ed economico-finanziari, che saranno verificati dalle SOA.

L’attestazione, che ha validità quinquennale (a condizione che ne venga richiesta conferma al terzo anno dal rilascio), viene valutata sulla base di un’analisi degli ultimi anni di attività dell’impresa precedenti alla richiesta di attestazione.

L’Attestazione SOA qualifica l’impresa ad eseguire appalti per categorie di opere e classifiche di importi. Le categorie per cui si può richiedere di essere attestati sono suddivise in:

  • categorie di opere generali (edilizia civile e industriale, strade, fogne e acquedotti, impianti tecnoclogici, restauri di beni immobili etc.)

  • categorie di opere specializzate (restauri di superfici decorate, impianti, scavi, demolizioni, arginature, arredo urbano, finiture tecniche, finiture in legno, in vetro e in gesso, etc.).

Le classifiche di qualificazione a cui si può richiedere di essere attestati in Euro:

  • I fino a € 258.000

  • II fino a € 516.000

  • III fino a € 1.033.000

  • III-bis fino 1 € 1.500.000

  • IV fino a € 2.582.000

  • IV-bis fino a € 3.500.00

  • V fino a € 5.165.000

  • VI fino a € 10.329.000

  • VII fino a € 15.494.000

  • VIII oltre € 15.494.000

ed abilitano l’impresa a partecipare ad appalti con importi pari alla relativa classifica, accresciuta del 20%.

La classifica di importi ottenuta dall’impresa, sarà commisurata alla capacità economica e tecnica dell’impresa stessa.

Il possesso della Certificazione di Qualità UNI EN ISO 9001 costituisce per tutti requisito premiante, ma è altresì condizione obbligatoria per l’ottenimento di classifiche d’attestazionesuperiori alla II.

L'attestazione SOA viene rilasciata mediamente entro 90 giorni dalla data di stipula del contratto.

Il compenso minimo spettante alle S.O.A. per lo svolgimento di tale attività è fissato per legge e varia in relazione all'importo complessivo delle qualificazioni richieste nelle varie categorie e al numero delle categorie generali o specializzate per le quali si chiede la qualificazione.

 

Marcatura CE

La marcatura CE è un contrassegno che deve essere apposto su determinate tipologie di prodotti per attestarne la rispondenza (o conformità) a tutte le direttive comunitarie ad esso applicabili. L'apposizione del marchio è prescritta per legge per poter commercializzare il prodotto nei paesi aderenti allo Spazio economico europeo. La presenza del marchio CE garantisce ai consumatori che il prodotto abbia le necessarie caratteristiche di sicurezza d'uso. Esempi di alcune direttive che richiedono il marchio CE sono la direttiva bassa tensione, la direttiva macchine, la direttiva compatibilità elettromagnetica, la direttiva per i sistemi in pressione, la direttiva per i dispositivi medici, la direttiva per i prodotti da costruzione.

Gli attori coinvolti nella valutazione della conformità del prodotto cambiano a seconda dei requisiti che il prodotto stesso deve rispettare.

Il protagonista di questo processo è sempre e in ogni caso il produttore. A questi si affianca, a seconda del livello di "attestazione di conformità" da rispettare (che dipende dall'uso finale del prodotto), un Organismo notificato di Certificazione e/o d'Ispezione e/o di Prova.

Un Organismo notificato è un Ente abilitato dalle autorità competenti (Ministero delle Attività Produttive, Ministero delle infrastrutture e Trasporti, Ministero degli Interni) a svolgere l'attività di Certificazione e/o Ispezione e/o di Laboratorio di Prova.

Il marchio CE è obbligatorio non solo per chi esporta il proprio prodotto nei Paesi della Comunità Europea, ma anche per chi lo commercializza solo all'interno della propria Nazione. Il marchio non è un marchio di qualità ma dimostra che il prodotto è conforme a dei requisiti di sicurezza minimi stabiliti dalla legge.

 

La marcatura CE dei prodotti da costruzione

La marcatura CE coinvolge tutti coloro che partecipano al ciclo costruttivo del bene edilizio, come si evince dall'art.11 del DPR 246 del 1993, commi 3 e 4 (comma 3: "I prodotti che risultino non muniti del marchio di conformità CE ... devono essere immediatamente ritirati dal commercio e non possono essere incorporati o installati in edifici", comma 4: "La consegna al possessore di prodotti e/o al costruttore dell'edificio di processo verbale di constatazione di taluno degli illeciti di cui al comma 3, comporta temporanea non commerciabilità dei prodotti stessi ed ordine di sospensione dei lavori...").

La marcatura CE definisce un campo d’azione comune fornendo ai fabbricanti metodi di prova, procedimenti e criteri di valutazione condivisi da tutti gli stati europei, in modo da soddisfare i sei requisiti essenziali della direttiva europea ad essi applicabile (Direttiva sui prodotti da costruzione 89/106/CEE, nota anche come CPD). Pertanto un prodotto è considerato idoneo all’impiego previsto se soddisfa le caratteristiche essenziali descritte nella specifica norma di prodotto.

La marcatura CE è OBBLIGATORIA e costituisce il sistema al quale tutti i Costruttori devono uniformarsi per poter vendere il propri prodotti nell’Unione Europea.

La marcatura CE conferma che il prodotto finito è in grado di fornire determinate prestazioni per i requisitii regolamentati in relazione agli impieghi previsti.

Spetta al Costruttore, o al suo rappresentante, con sede nella Area Economica Europea la responsabilità di apporre la marcatura CE sul prodotto, su un’etichetta applicata al prodotto, sul suo imballaggio o sui documenti commerciali di accompagnamento.

Le norme di prodotto hanno lo scopo di definire:

  • le caratteristiche e le prestazioni dei prodotti indipendentemente dai materiali impiegati;

  • le modalità e la sequenza dei test di prova che devono essere eseguiti da parte del produttore o da chi per

    esso;

  • le modalità di controllo della produzione (factory production control);

  • di indicare i sistemi di attestazione della conformità applicabili in funzione delle decisioni prese dalla

    Comunità Europea;

  • le modalità di marcatura CE e di etichettatura del prodotto.

La marcatura CE prevede un processo temporale costituito da alcune tappe necessarie per l’entrata in vigore dei documenti normativi.

Per i prodotti per cui la marcatura CE attesta la conformità a norme europee armonizzate (ambito CEN), dopo il voto formale e la pubblicazione della norma di prodotto di riferimento, inizia un periodo di coesistenza, di uno o due anni, durante il quale l’apposizione della marcatura CE è facoltativa e possono coesistere sul mercato

prodotti con e senza marcatura CE.

Scaduto il periodo di coesistenza, la marcatura CE diventa obbligatoria, cioè solo prodotti con marcatura CE potranno essere immessi legalmente sul mercato.

Nell'elenco dei prodotti da costruzione (indicativo e in continuo aggiornamento) sono riportati i prodotti, le norme interessate, le scadenze di attuazione della marcatura CE e i sistemi di attestazione della conformità in funzione del prodotto.

 

LA MARCATURA CE e i livelli di attestazione

A seconda del ruolo e dell’importanza dello specifico prodotto ed in relazione ai requisiti essenziali pertinenti,

cambiano le modalità di attestazione della conformità.

Sostanzialmente per attestare la conformità del prodotto è necessario che:

  • il fabbricante abbia implementato un sistema di controllo di produzione in fabbrica (factory production control);

  • che il prodotto sia sottoposto ad uno degli schemi di attestazione previsti dalla CPD.

I criteri orientativi di scelta da parte della Commissione Europea dei sistemi di attestazione previsti dalla CPD si basano sulle cosiddette “classi di rischio” che sono legate al rischio potenziale per l’utente derivante dal mancato soddisfacimento delle prestazioni attese da parte del prodotto. La classe di rischio 1 è la più grave (pericolo di morte per le persone, funzionamento tendente a zero dell’opera o di una sua parte), mentre la 3 è quella meno grave (rischi limitati per le persone, diminuzione delle prestazioni dell’opera o di una sua parte).

Per ogni informazione sulle certificazioni potete contattare i nostri consulenti ai numeri 0577 260 533-532-531 o presso la sede CNA più vicina a voi.

 

News correlate

10/06/2018

CNA, nuovo ufficio a Monticiano

La CNA domenica prossima 10 giugno inaugurerà il nuovo ufficio a Monticiano in Piazza Cavour 4. Si tratta di un passaggio significativo per l’associazione e cade ad un anno esatto dalla scomparsa di Marco Betti, direttore Cna Epasa Siena, il cui ricordo è ancora fortissimo nel paese, tanto che nella giornata di domenica ci saranno una serie di iniziative in suo ricordo, fra le quali il taglio del nastro alle ore 12.30 del nuovo ufficio come detto (info 0577 260657).

 
privacy

22/05/2018

PRIVACY: il regolamento diventerà definitivamente applicabile in via diretta in tutti i Paesi UE a partire dal 25 maggio 2018

Il 4 maggio 2016 è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea il nuovo Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio (noto come GDPR - General Data Protection Regulation) relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati.

 
cna uni 2018

02/05/2018

Normazione Tecnica - Convenzione CNA-UNI 2018 per l’accesso alla banca dati delle norme

La CNA ha rinnovato la convenzione con UNI (Ente Nazionale di normazione) per dare continuità al servizio già proposto negli ultimi due anni e che prevede ancora la possibilità di consultazione online della raccolta completa e dei testi integrali di tutte le norme (inclusi i recepimenti delle norme europee EN e l’adozione di quelle internazionali ISO a catalogo).

 
privacy

20/04/2018

PRIVACY. Vaccarino: “Necessario un no forte e chiaro alle sanzioni previste dal 25 maggio”

“Artigiani e piccole imprese ancora una volta sotto il tallone della burocrazia. Se non saranno attuate adeguate contromisure l’impatto delle norme sarà estremamente complicato da gestire.

 
gare

15/01/2018

Appalti sotto soglia, requisiti alleggeriti per le imprese e più tutele nella rotazione degli inviti

Accolte alcune delle proposte della Cna. Per i piccolissimi importi, entro la soglia di 20mila euro, la stazione appaltante in caso di affidamento diretto senza gara può procedere alla firma dei contratti sulla base di una semplice autocertificazione, nella quale l'operatore economico attesti il possesso dei requisiti previsti dal Codice appalti

 
qualità

09/01/2018

QUALITA' - Transizione alle certificazioni UNI EN ISO 9001:2015 e UNI EN ISO 14001:2015

Si ricorda a tutte le imprese certificate che manca meno di un anno per adeguare le attuali certificazioni dei sistemi di gestione per la qualità (UNI EN ISO 9001) e di gestione ambientale (UNI EN ISO 14001) ai requisiti delle edizioni più recenti delle norme pubblicate nel 2015.

 
MePA

27/07/2017

Riorganizzazione ed estensione merceologica dei Beni e Servizi del Mercato Elettronico della PA

Al fine di semplificare la gestione delle offerte per le Imprese ed ampliare le possibilità di acquisto per le Pubbliche Amministrazioni è in corso una riorganizzazione ed estensione delle merceologie dei Bandi di Abilitazione al Mercato Elettronico relativi a Beni e Servizi.

Due nuovi Bandi, uno dedicato ai Beni, l’altro dedicato ai Servizi sostituiranno tutti i Bandi di Beni e Servizi attualmente attivi.

 
MePA

09/06/2017

MEPA. Riorganizzazione ed estensione merceologica dei Beni e Servizi del Mercato Elettronico della PA

E' in corso una riorganizzazione ed estensione delle merceologie dei Bandi di Abilitazione al Mercato Elettronico relativi a Beni e Servizi, che ha l’obiettivo di semplificare la gestione delle offerte per le Imprese ed ampliare le possibilità di acquisto per le Pubbliche Amministrazioni.

 
MePA

21/09/2016

MEPA, importanti Novita'

Sul sito www.acquistinretepa.it è stato completato l’adeguamento delle dichiarazioni presenti nel Sistema di e-Procurement volte al recepimento delle modifiche normative apportate dal D.Lgs. 18/04/2016 n. 50.

 
Filo diretto

09/09/2016

Filo Diretto: apre lo Sportello per la gestione critiche e suggerimenti.

Inviaci consigli e critiche riguardo le nostre attività associative ed i nostri servizi: ci serviranno per migliorare.

 
MePA

07/07/2016

MePA e Lavori di Manutenzione

Con la Legge di Stabilità 2016, è stato disposto che gli strumenti di acquisto e di negoziazione messi a disposizione da Consip possono avere ad oggetto anche attività di manutenzione.

 
qualita

26/04/2016

Norma 9001:2015, un corso per conoscerla nei nuovi punti introdotti, fra complessità e opportunità

Cna Siena e Imq organizzano un seminario martedì 26 aprile presso la sede di via Simone Martini. Sarà gratuito per le imprese associate

 
qualità

23/11/2015

Tutto su Mepa, Start e AvcPass e gare telematiche negli uffici Cna Siena

Certificazioni Iso e Uni En, informazioni, assistenza e consulenza per tutte le gare telematiche, i rapporti e la fatturazione con la pubblica amministrazione

 
gas

28/10/2015

Nuova Norma UNI CIG 7129 sugli impianti a gas. Sarà operativa nel 2016 e cambia in alcune parti la normativa vigente

Gli associati alla Cna possono avere tutti i chiarimenti in materia. Riguarda in gran parte gli impianti di tipologia civile

 
qualità

07/05/2015

Certificazioni, marcatura prodotti, attestazioni e gare pubbliche. Tanti i servizi specialistici della Cna per le imprese

Tutti i riferimenti per Soa, patentini, AvcPass, Mepa, Start e gare pubbliche in generale. Il catalogo da scaricare con tutte le indicazioni

 
restauro2

19/09/2014

E' uscito il bando per la qualifica di collaboratore restauratore - scadenza 24 ottobre

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo ha pubblicato, in data 12 settembre,il bando pubblico per l’acquisizione della qualifica di collaboratore restauratore di beni culturali – tecnico del restauro

 
back to work 24

16/07/2014

BackToWork24 Expo: incontro fra aziende ed investitori

Presso Il sole 24 Ore, via Monte Rosa 91 Milano, la prima fiera a Milano il 18 e 19 novembre 2014

 
ferro

17/04/2014

Strutture metalliche, nuova norma europea En 1090-1. Seminario della Cna il prossimo 17 aprile sui componenti strutturali in acciaio e alluminio

Per qualsiasi altra informazione, potete contattare i nostri consulenti presso l’ufficio Qualità ai seguenti recapiti telefonici Cna sotto indicati

 
gare

17/03/2014

Soa a portata di imprese con la Cna. Finanziamenti per ottenerla

Contributo a fondo perduto per conseguire l’importante certificazione necessaria per la partecipazione agli appalti pubblici

 
exportt

07/03/2014

Cna, nuovo servizio per gli appalti pubblici adesso a piena disposizione delle imprese

Mepa, Start, Avcpass le aziende accompagnate nella giungla degli acquisti della pubblica amministrazione

 
<< 1 2 >>