News



07/02/2018

Interessi bancari: dal 1 marzo 2018 rischio sconfinamenti

Come già comunicato sul nostro sito in data 13 dicembre 2017, dal 1 ottobre 2016 è partita una vera e propria rivoluzione. Le banche recepiscono una nuova importante normativa dei conti correnti.

Credito, investimenti

LE NUOVE DISPOSIZIONI confermano il divieto di anatocismo e prevedono che a decorrere dal 1° ottobre 2016 gli interessi debitori e quelli creditori devono avere la medesima periodicità di addebito/accredito, periodicità che comunque non può essere inferiore ad un anno.


Nel caso in cui vi siano interessi a debito gli stessi  sono “esigibili” per la Banca solo dopo 60 gg. dalla data del conteggio ovvero dal 1° marzo dell’anno successivo a quello in cui sono maturati.


Quindi al 31 dicembre il saldo del conto non è stato ridotto degli interessi passivi maturati nell’anno. Gli interessi passivi diventeranno esigibili dal 1° Marzo 2018 e verranno addebitati nel conto corrente in tale data. E’ dunque importante che al 1° marzo 2018 ci sia sui conti correnti la disponibilità necessaria a poterli coprire.


Lo sconfinamento porterebbe all’immediato declassamento del rating e al conseguente aumento dei tassi.


Per ricevere ulteriori informazioni chiamare lo 0577 987176