News



13/02/2014

Il benessere organizzativo all'interno delle imprese

Come migliorare la qualità della vita sul luogo di lavoro attraverso la comunicazione e il team building

formazione

Un’organizzazione può essere idealmente rappresentata come una iceberg, in cui i tratti affioranti sono costituiti dalla struttura, i ruoli, i prodotti/servizi, la tecnologia e le procedure, mentre gli elementi "sommersi" sono costituiti dalle  variabili "soft", ovvero gli atteggiamenti, l’ideologia, la cultura, i sentimenti, l’immagine, il clima, i valori e il gruppo.

Parallelamente ai mutamenti di contesto che stanno investendo negli ultimi decenni la sfera pubblica e privata, stiamo assistendo ad una contestuale spinta evolutiva delle forme organizzative: da strutture prevalentemente incentrate sulla gerarchia (ruoli, norme e potere) come principale leva di integrazione, a strutture basate sulla comunicazione verticale, orizzontale e trasversale come variabile fondamentale per la gestione delle interdipendenze reciproche tra unità organizzative, ruoli e profili professionali differenti.

In questo contesto, il fattore umano acquista un’importanza fondamentale quale leva cruciale per il successo dell’organizzazione e il buon funzionamento dei suoi elementi strutturali, sia in base ad una prospettiva organizzativa che sociale, ed individuale. La capacità di perseguire il miglioramento del benessere organizzativo nelle sue molteplici componenti e sfaccettature, rappresenta un aspetto determinante per lo sviluppo e l’efficacia dell’organizzazione, che influenza positivamente la capacità dell’azienda sia essa pubblica che  privata, di adattarsi ai mutamenti del contesto di riferimento e del mercato.

Nel 2014 nell’era dei social network e dell’essere in contatto sempre con il mondo, la comunicazione nelle sue molteplici forme ( riunioni, feedback dei dipendenti, benefit) contribuisce fattivamente alla determinazione di organizzazioni "in salute". A questo proposito, le dimensioni prese a riferimento per misurare il livello di benessere/malessere di un’organizzazione, sono:

L’ascolto: strumento per la raccolta delle esigenze e delle proposte dell'utente interno, per favorirne la partecipazione alle scelte e alle politiche dell’amministrazione;

La comunicazione interna: strumento che incide sulla capacità di circolazione e condivisione delle informazioni all’interno dell’organizzazione, sulla capacità di diffondere valori e culture organizzative condivise;

La comunicazione organizzativa: dimensione che agisce, da un lato, sulla qualità delle comunicazioni orizzontali tra settori differenti e, dall’altro, sulla qualità delle comunicazioni verticali, tra profili gerarchicamente differenti;

La comunicazione interpersonale: dimensione che incide sulla capacità di instaurare relazioni interpersonali, collaborative e soddisfacenti;

L'assertività e la gestione della Leadership: dimensione che incide sulla crescita, carriera e competenze relazionali del gruppo lavoro

La gestione dei conflitti: dimensione che incide sulla capacità di prevenire e gestire le eventuali situazioni relazionali critiche.

 

Queste variabili sono  più importanti  oggi rispetto al passato, consapevoli del fatto che i contratti, le leggi e le normative  non solo non sono sufficienti a mantenere il rapporto di fiducia, che un tempo era alla base tra datore di lavoro e dipendente, ma al tempo spesso, lo limitano.

Per questo motivo si percepisce la necessità di aiutare le aziende  a sviluppare metodiche e procedure comunicative che rendano esplicito e condiviso che la motivazione a lavorare non è solo e semplicemente una questione di importi retributivi. Il valore della azienda sta anche nel valore delle persone che in essa ogni giorno lavorano. E come possiamo dare significatività a tale valore, andando oltre all’aspetto della remunerazione? 
Alla base c’è la convinzione che le condizioni di wellness organizzativo create per il personale abbiano un ritorno in termini di serenità, apertura mentale, disponibilità all’impegno e fedeltà aziendale. Queste condizioni costituiscono ‘benessere’ per la persona e quindi per l’impresa.

Un'idea? Progettare e costruire un sistema a supporto dell’organizzazione, della persona, delle relazioni, e iniziative che contribuiscano a coniugare l’impegno lavorativo con la vita privata: questo crea condizioni favorevoli al benessere della persona e quindi virtuosamente porta beneficio all’impresa.

Raccontiamo un aneddoto del presidente di Gefran Spa ogni volta che qualcuno gli chiedeva perché tenesse tanto a che l’ambiente di lavoro fosse gradevole, pulito e in ordine. Lui diceva che le nostre persone trascorrono più tempo in azienda di quanto ne trascorrono a casa, in famiglia, con i figli o con gli amici. Aggiungeva  che vivere in un posto tante ore al giorno porta ad assorbirne il clima: dunque creare un clima, un ambiente positivo e favorevole al benessere induce le persone a lavorare con impegno e sincera motivazione. Da qui tutto il resto si declina.

Per informazioni ed approfondimenti sulla realizzazione di meeting di wellness organizzativo e team building, consulenza risorse umane potete rivolgervi ai responsabili del progetto.

Dott.Giammarco Bonsanti 3474535783

Dott.ssa Elena Lorenzini 3290117588

Centro OLTRELEPAROLE 05771657388