News



11/06/2018

SETTORE MOBILE - Anticipazioni Rapporto Csil sul settore del mobile in Italia

Anche quest’anno lo CSIL ha predisposto una anticipazione della nuova edizione del “Rapporto di previsione sul settore del mobile in italia” che coprirà gli anni 2019-2020.

mobili

All’interno del Rapporto, disponibile da novembre, sarà fornito un quadro aggiornato e dettagliato del settore del mobile in Italia al 2018 e delle sue prospettive nei prossimi anni. Saranno delineati gli andamenti futuri del mercato italiano e dei mercati internazionali rilevanti per le imprese italiane, mettendo in luce sia gli elementi di rischio che le opportunità offerte dallo scenario futuro.
 

Le principali previsioni relative all’andamento del settore del mobile in Italia sono di seguito elencate:
 

  1. nel 2017 il mercato interno del comparto del mobile in Italia ha registrato una crescita del 2% collegata all’aumento dei consumi (incentivati dalla conferma del bonus mobili), all’aumento del reddito disponibile delle famiglie e alla crescita delle compravendite degli immobili (sostenute dai tassi di interesse ancora piuttosto bassi);
     
  2. sul fronte delle importazioni i mobili importati hanno registrato un aumento e rappresentano il 23% dei consumi totali. Circa il 60% delle importazioni italiane provengono da paesi dell’Unione Europea. Tre dei primi cinque paesi fornitori sono Cina, Polonia e Francia. Anche le esportazioni sono aumentate e rappresentano il 58% del totale del fatturato realizzato dalle imprese italiane del settore. Sul lato Paesi le esportazioni verso i mercati extra europei hanno registrato crescite quasi doppie rispetto a quelle sui mercati europei. I principali Paesi di destinazione delle vendite di mobili italiani sono Francia, Germania, Stati Uniti e Regno Unito. La Cina ha superato la Russia registrando il tasso di crescita più elevato.
     
  3. le previsioni del 2018 confermano una crescita del settore: il bonus mobili è stato prorogato e anche il tax credit per le aziende alberghiere. I dati relativi al primo trimestre del 2018 confermano il sentiero di crescita sia sul fronte delle importazioni che delle esportazioni;
     
  4. in relazione ai differenti segmenti produttivi i mobili per la cucina hanno registrato nel 2017 aumenti inferiori alla media del settore a causa della domanda estera debole. L’incremento più sostenuto è stato registrato dai mobili per l’ufficio. La propensione ad importare salirà nei prossimi anni a ritmi inferiori (tranne per il settore dei mobili imbottiti), la propensione all’export continuerà a salire ad eccezione dei mobili per la cucina. 
     

Sul fronte interno sarà, dunque, necessario continuare ad incentivare la domanda interna sostenendo le agevolazioni fiscali che sono state di anno in anno prorogate. Sul fronte export nel biennio 2019-2020 ci si attende una crescita della domanda estera, pertanto sarà opportuno porre attenzione al quadro economico e politico internazionale nei prossimi mesi in tema di Brexit, di politiche protezioniste e di politiche monetarie.