News



30/07/2018

AMBIENTE - Dal 15 agosto importanti novità sulla gestione dei rifiuti speciali (RAEE)

Il 15 agosto 2018, in attuazione di quanto stabilito a livello europeo, entra in vigore il “campo aperto” di applicazione del d. lgs. 49/2014, la normativa sulla gestione dei Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE).

rifiuti elettronici

A partire da tale data, la definizione di AEE (apparecchiature elettriche ed elettroniche) viene estesa ad una serie di altri oggetti che finora non erano considerati.


I produttori e gli importatori di apparecchiature elettriche ed elettroniche che prima non erano AEE ma che adesso lo saranno, dovranno aderire ad un Sistema Collettivo, iscriversi al registro AEE e adempiere ad una serie di obblighi di comunicazione e informazione.


Per i distributori, installatori e centri di assistenza, le novità avranno effetto laddove un'AEE diventerà rifiuto e, dunque, dovrà essere gestita come RAEE, applicando gli adempimenti previsti per tali rifiuti.


Per AEE si intendono "le apparecchiature che dipendono, per un corretto funzionamento, da correnti elettriche o da campi elettromagnetici e le apparecchiature di generazione, trasferimento e misurazione di queste correnti e campi e progettate per essere usate con una tensione non superiore a 1000 volt per la corrente alternata e a 1500 volt per la corrente continua".


Le AEE sono i prodotti finiti e non i componenti, a meno che questi ultimi non abbiano una funzione indipendente. In questo caso, anche i componenti di apparecchiature elettriche ed elettroniche devono essere considerate AEE.


Entro agosto, quindi, tutti i produttori di AEE sottoposti alla normativa dovranno mettersi in regola ed adempiere agli obblighi previsti dalla legge.


Di seguito riportiamo l'elenco delle nuove categorie:

  1. apparecchiature per lo scambio di temperatura

  2. schermi, monitor ed apparecchiature dotate di schermi di superficie superiore a 100 cm²

  3. lampade

  4. apparecchiature di grandi dimensioni

  5. apparecchiature di piccole dimensioni

  6. piccole apparecchiature informatiche e per telecomunicazioni (con nessuna dimensione esterna superiore a 50 cm).


Per ricevere ulteriori informazioni chiamare lo 0577 260520 o scrivere a serena.terzuoli@cnasiena.it